Crea sito

 

 

 
Torna al Sommario di Caravanserraglio

EXIT
   



 

a cura di Blink


 
     

Note sull'autore

     
 

 
     

     
     

INDICE

 

Prefazione agli articoli

 

     
     

 
 
     
  La pesca è una delle attività più antiche dell'uomo, le sue origini si perdono in tempi che vanno oltre la nostra memoria.
L'uomo pesca da sempre, e questa sua attività, tesa prima alla sola ricerca del cibo, si è trasformata, nel corso del tempo, prima in professione poi in industria.

Non voglio entrare nel merito dello sfruttamento dei mari, non è questa la sede né tanto meno lo scopo di questo articolo. E' stato scritto per descrivere e provare a farvi vivere, seppur per interposta persona, le molteplici sensazioni che può dare la pesca sportiva in acqua dolce.

Finora ho udito parecchie definizioni sulla pesca, può essere definita come attività del tempo libero, come un nuovo stile d'avvicinamento e amore per la natura. A volte mi hanno chiesto "ma come fai a stare ore e ore con la canna in mano senza far niente".

La pesca a detta di Hemingway "E' una filosofia, un modo di affrontare la vita", ma non voglio scomodare personalità varie per dare una definizione del termine pesca, per quanto mi riguarda la pesca è semplicemente un'attività sportiva.

Perché sportiva, ma perché molto spesso per andare a pescare dobbiamo fare delle lunghe camminate, affrontare pendii e salite anche in montagna e questa secondo me è attività fisica.

Contrariamente a quanto pensano parecchie persone, la pesca sportiva non è un indiscriminato massacro di pesci, ma una sfida ad armi pari tra l'uomo ed il pesce. Ed in questa sfida è il pesce ad essere in vantaggio, perché sono io che vado a cercarlo nel suo elemento e cerco di vincere questa sfida armato di sola astuzia, pazienza e abilità, dando così la possibilità al pesce di lottare ad armi pari, e non è infrequente che questa sfida finisca a vantaggio del pesce.

La pesca è un'attività che si svolge nel tempo libero, ma, nel mio caso, non perché non abbia di meglio da fare, ma molto più semplicemente perché mi creo o faccio in modo di avere del tempo libero da dedicare ad essa.

E non è assolutamente vero che si resta piantati con la canna in mano nell'attesa di qualcosa. Certo, per alcuni tipi di pesca si resta nella attesa della "toccata" ma per lo più ci si muove, si cammina, si lancia e si recupera ed in ogni caso quelle ore trascorse nella quiete dei boschi, sulla riva di un fiume, di un torrente o di un lago mi consentono di stare in pace con me stesso e con il mondo intero. In qualche modo potrei dire che quando vado a pesca (ormai purtroppo non così frequentemente come vorrei) ricarico le batterie, è un'evasione momentanea dai mille problemi che quotidianamente ci assillano, è come andare al cinema, ma invece di assistere supinamente ad un qualcosa di confezionato, noi, i pescatori, in quelle poche ore siamo gli attori principali.

Chi pratica la pesca, certo non i pescatori da “laghetto sportivo”, sicuramente ama la natura, ma la ama nel modo giusto, anche se la natura di per se è crudele e ingiusta. I pescatori amano il loro fiume, il loro lago, conoscono bene la fauna ittica che li popola e se nell'acqua c'è qualche cosa che non va sono i primi a vederlo e spesso anche a segnalarlo.

Infine, la pesca, almeno per quanto mi riguarda, è un modo per unire l'utile al dilettevole. Infatti, oltre a tutti i pregi sopra citati, attività fisica, rilassamento mentale ecc., quando va bene è un'ottima maniera per procurare il pranzo, magari, ove le norme ed i regolamenti regionali lo consentono, cucinandolo sul posto, godendo così oltre che del pasto anche del panorama.

Ecco, in poche parole questo è quanto penso della "pesca sportiva in acqua dolce".

Chiaramente non voglio proporvi l'ennesimo manuale per la pesca, manuali se ne trovano a dozzine su ogni scaffale di una buona libreria, ed inoltre le mie conoscenze non sono tali da poterlo scrivere, ma semplicemente un modo per condividere le mie esperienze e chissà, invogliare qualcuno di voi a provare.

Successivamente, e per quanto possibile in tempi brevi, scriverò su alcune delle mie esperienze di pesca, su cosa si pesca, su come ci si attrezza e per ultimo, ma non per questo meno importante, su come ci si comporta quando si va a pescare.

Spero che intanto questo "assaggio" sia stato di vostro gradimento, ciao.
 
     

Vai ad inizio pagina

Vai alla pagina successiva